I Potenziali Evocati rappresentano moderne e sofisticate tecniche in grado di analizzare in modo non invasivo l’integrità funzionale delle vie sensitive e motorie del Sistema Nervoso Centrale (Midollo Spinale e Cervello).
I Potenziali Evocati Visivi (PEV) permettono di analizzare selettivamente le vie visive centrali lungo tutto il loro decorso che va dalla retina, attraverso il nervo ottico, fino alle aree del cervello deputate all’analisi degli impulsi visivi. Questa indagine è essenziale per la diagnosi della Neurite Ottica Retrobulbare (NORB), frequente sintomo d’esordio della Sclerosi Multipla, caratterizzata da un rapido e di solito reversibile calo unilaterale del visus.
I Potenziali Evocati Somestesici valutano l’integrità funzionale delle vie della sensibilità generale (soprattutto tattile e profonda) in tutto il loro lungo percorso attraverso i nervi periferici, le radici nervose, il midollo spinale fino alle aree del cervello deputate all’analisi delle afferenze sensitive. Tali tecniche consistono nella stimolazione elettrica a bassa intensità dei nervi periferici (nervi mediano ed ulnare al polso per gli arti superiori, nervo tibiale alla caviglia) con registrazione, mediante semplici elettrodi di contatto posizionati sulla cute, dell’impulso nervoso a livello del suo ingresso nel midollo spinale e del suo arrivo alla sua stazione terminale nella corteccia cerebrale.
I Potenziali Evocati Acustici esplorano le vie nervose del cervello che trasmettono gli stimoli acustici mediante la somministrazione attraverso una comune cuffia di suoni a tipo “click”. Questa metodica è molto utile nello studio della sordità e delle sue cause.
I Potenziali Evocati Motori utilizzano la straordinaria capacità delle moderne tecniche di stimolazione magnetica non invasiva di attivare in modo del tutto innocuo per mezzo del semplice accostamento al capo del paziente di uno strumento detto “coil”, delle aree del cervello in grado di inviare ordini motori sia agli arti superiori che inferiori. Dalla valutazione del tempo impiegato dall’impulso nervoso indotto nel cervello per raggiungere i muscoli da cui si registra, è possibile valutare l’integrità delle vie motorie centrali.
Tutte queste tecniche si sono imposte quali insostituibili strumenti diagnostici in molte patologie lesionali del sistema nervoso centrale, in particolare nella Sclerosi Multipla, poiché forniscono il corrispettivo “funzionale” del danno anatomico evidenziato dalla Risonanza Magnetica.

CERCA UN SERVIZIO

CERCA UN MEDICO/SPECIALISTA

CHIAMA IL NUMERO 011 0130303

Servizi disponibili dalle 09:00 alle 20:00

VAI A CONTATTI



COME ARRIVARE

Seleziona come raggiungerci
J MEDICAL. Via Druento 153/56, 10151 Torino TO

PARCHEGGIO

800 POSTI AUTO AD USO PUBBLICO